martedì 29 maggio 2018

SMS al volante.


Da un po' di tempo stanno aumentando incidenti stradali inspiegabili : persone che si ammazzano da sole, finendo fuori strada o contro un palo, auto che invadono la corsia opposta provocando un frontale disastroso.
Per la strada si vedono automobili che sbandano ; che rallentano all'improvviso sul rettilineo ; auto che falciano clienti seduti ai tavolini del bar, o pedoni sul marciapiede.
Prima di accusare gli Ufo, non sarebbe meglio controllare se il guidatore stava usando lo smartphone ? 
Fino a ieri, i guidatori che facevano queste cose erano ubriachi e/o drogati : oggi, invece, telefonano, cercano nella rubrica, scrivono messaggi, navigano su internet, mentre guidano, anche ad alta velocità.

Sono assassini potenziali e incoscienti, perché l'essere umano è naturalmente stupido e non si rende conto di quello che fa.
Non capiscono che un ubriaco ancora ci vede (doppio...), mentre chi usa lo smartphone guida come se fosse cieco !
Quante morti si devono verificare, prima di vietare l'uso, senza se e senza ma, di questi strumenti durante la guida ?
E ritirare la patente a vita, a chi viene beccato in flagrante ?
(Meglio sarebbe costruire auto con un sistema di isolamento dal campo elettromagnetico, in modo che chi voglia usare il cellulare debba scendere dall'auto stessa).
Oppure dobbiamo aver paura di guidare perché qualcuno, troppo spesso, ti potrebbe venire addosso ?
E quando faranno pagare gli incidenti a chi li fa ?

Siamo governati da zombi, che antepongono i propri interessi alla sicurezza dei cittadini.
O forse, non sanno che gli assassini stradali fanno impunemente migliaia di morti e 20.000 (o 150.000?) invalidi all'anno ?
Come per le vaccinazioni, anche qui vince l'interesse economico di pochi ?

Mi rivolgo soprattutto ai giovani : lo sapete o no, che la vostra vita (e quella degli altri) è una sola ?

Nessun commento: